Fotografia sulla situazione delle PMI in Ticino

Fare una fotografia di una situazione in essere richiede un’abilità non da poco: fermare il tempo e racchiudere in un istante tutto ciò che si riesce a raccogliere. Fatta questa premessa, ritengo dunque che sia utilissimo fare un’analisi quasi fotografica dello stato di una determinata situazione in un preciso momento. In aggiunta a ciò è importante ricordare che questo tipo di analisi si rivela poi utilissima al momento in cui si vogliono fare confronti tra i flussi che intercorrono tra uno e l’altro periodo. Ma facciamo ora un passo avanti in maniera più concreta: analizziamo la realtà delle piccole e medie imprese, anche note con l’acronimo PMI.

Le PMI nelle discussioni quotidiane sono definite metaforicamente come la spina dorsale dell’economia o anche il cuore pulsante del sistema economico. Infatti, spesso e volentieri si afferma che le PMI rappresentano all’incirca il 98% delle aziende presenti in Svizzera (analogamente in Ticino) e che più di due terzi dei posti di lavoro sono direttamente offerti da queste piccole e medie realtà imprenditoriali. Tuttavia, per capire esattamente cosa s’intende dire quando si utilizzano queste espressioni molto eloquenti, credo che sia opportuno inquadrare l’oggetto in questione apportando alcune definizioni.

Prendendo spunto dal sito web www.kmu.admin.ch e facendo riferimento ad alcune definizioni utilizzate nella letteratura specializzata1, quando si parla di PMI ci si riferisce a quelle imprese che hanno meno di 50 impiegati (“piccole imprese”), rispettivamente dai 50 a 100 (“medie imprese”), e che registrano un fatturato annuo inferiore ai 5 milioni di franchi, rispettivamente dai 5 ai 50 milioni.

Si potrebbe anche andare oltre e fare quindi una distinzione in base alla forma giuridica dell’impresa, ma ritengo che sia più importante concentrarsi in maniera più specifica sul tipo di attività economica.

La tabella qui riportata rappresenta le aziende ticinesi (non solo le PMI) suddivise per settore e sezione di attività economica riportando allo stesso tempo un confronto con i dati svizzeri. Non è tanto interessante capire in quali settori precisi sono attive le PMI, quanto il fatto che vi è un ventaglio molto ampio di attività economiche presenti sul territorio. Inoltre, si può notare senza troppe difficoltà che delle 20’449 aziende presenti in Ticino al momento del censimento (30 giugno 2007) solo una piccolissima percentuale (circa il 2%) rientra nella categoria della grandi aziende.

Si potrebbe dire molto sull’importanza delle PMI per il nostro tessuto economico, ma allo stesso tempo non va dimenticato che le grandi imprese continuano a svolgere un ruolo trainante nella creazione d’indotto, nell’offerta di impieghi e nell’innovazione di prodotto e di processo. In generale, però, va rilevato che le PMI mostrano un dinamismo ed una capacità evolutiva importantissima; inoltre svolgono un ruolo fondamentale di stabilizzatore dell’occupazione durante le oscillazioni dovute alle congiunture economiche negative visto che si rivolgono prevalentemente al mercato interno, hanno strutture salariali diverse rispetto alle grandi aziende e vige una propensione al rischio ed agli investimenti molto più limitata.

Per concludere, data l’importanza delle PMI per la nostra economia, credo che sia fondamentale continuare a sostenerle garantendo delle condizioni quadro favorevoli che includano una burocrazia leggera, una fiscalità semplice, una formazione costante e tanto altro ancora. Inoltre, non bisogna dimenticare che la maggior parte di queste realtà è costituita da persone e da famiglie che portano avanti valori fondamentali che possono essere trasmessi solo attraverso l’impegno e la fatica dell’attività quotidiana.

1 Questa definizione (limite massimo di occupati) si trova anche nella letteratura specializzata svizzera. Vedi p. es.: Kleinunternehmen in der Schweiz – dominant und unsichtbar zugleich (2006); U. Fueglistaller, A. Fust, S. Federer; Schweizerisches Institut für Klein- und Mittelunternehmen (Università di San Gallo) & BDO Visura.